BLAST Pro Series diventa membro dell’Esports Integrity Commission

Counter-Strike: il circuito dei tornei offensivi globali BLAST Pro Series è diventato membro dell’Esports Integrity Commission (ESIC).

Jordi Roig, VP Development & Executive Relations della BLAST Pro Series ha commentato in un comunicato: “Siamo felici di far parte del Programma di integrità di ESIC e non vediamo l’ora di continuare a lavorare con ESIC e altre entità nel campo sviluppando un mondo più stabile e strutturato Scena di Counter-Strike.

“BLAST mira a creare un’ ambiente più divertente, competitivo ed equo per tutte le parti coinvolte ed essere membro di ESIC comporta questa missione. Ci piace vedere i tornei BLAST come una competizione spietata e quindi tutte le squadre coinvolte in BLAST devono essere in grado di competere alle stesse condizioni, nel loro tentativo di vincere i trofei. Significa che devono essere applicate regole e sanzioni uguali. “

La serie BLAST Pro ha scelto di implementare i test antidoping come i suoi principali eventi in corso. È entrato a far parte di altri organizzatori di tornei DreamHack, ESL, LVP, Estars Studios e Nodwin Gaming come membro dell’associazione no profit.

Ian Smith, commissario dell’Esports Integrity Commission, ha anche commentato: “Lavoriamo con BLAST da quasi un anno per garantire l’integrità competitiva e un chiaro quadro normativo per i loro eventi innovativi CS: GO e sono molto lieto di dar loro il benvenuto ufficiale nell’adesione a ESIC . Dal primo giorno si sono impegnati a rispettare i più alti standard di regolamentazione e l’adozione del nostro Codice anticorruzione fin dal primo torneo è stato un onore per noi e un segnale del loro intento. “

ESIC ha accolto con favore il bookmaker di esports LOOT.BET come sostenitore anticorruzione a Settembre, il che significa che fornirà dati interni per l’avvio e lo svolgimento di indagini in futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.