MIBR e Yeah riaccendono le preoccupazioni sul loro conflitto di interessi in CS:GO

Le squadre offensive Made in Brazil (MIBR) e Yeah sono entrambe autorizzate a competere in ESL One: Road to Rio.

Questa decisione di Valve solleva alcune chiare preoccupazioni sul conflitto di interessi poiché Yeah è supportato da una miriade di persone collegate al MIBR.

Tra le persone coinvolte nelle due organizzazioni vi sono Epitácio “TACO” de Melo e Ricardo “morto” Sinigaglia; entrambi sono elencati come comproprietari di Yeah. TACO è attualmente un giocatore per MIBR e morto è l’allenatore della squadra, avendo sostituito Wilton “zews” Prado il 25 marzo. Marcelo “coldzera” David ora fa parte del FaZe Clan ma era in competizione per MIBR meno di un anno fa – si dice che sia Zews che Coldzera siano coinvolti in Yeah.

Una sezione del sito Web di Yeah menziona anche direttamente MIBR. Secondo i documenti ottenuti da HLTV, le organizzazioni non hanno cercato di nascondere i numerosi collegamenti finanziari nei documenti inviati a Valve. Secondo tali documenti, le connessioni includono anche una tariffa annuale fissa che offre a Immortals Gaming Club, la società madre di MIBR, la possibilità di “acquistare al massimo due giocatori dal registro di Yeah in un anno solare a un prezzo concordato”.

Ciò indica che Yeah sta servendo di fatto un team accademico per il MIBR. Secondo una dichiarazione di Valve fornita a HLTV: “[L’unico requisito per ESL One: Road to Rio era che] i team partecipanti rivelano i conflitti di interesse esistenti e che tali divulgazioni sono rese pubbliche in modo che la comunità possa avere un’opportunità per discuterne. “

Questa decisione è diversa dalle precedenti politiche di Valve che hanno costretto RFRSH Entertainment a vendere Astralis nel luglio del 2019. Ultimamente i potenziali conflitti di interessi sono ancora più importanti negli ultimi tempi, principalmente a causa di una maggiore attenzione alle scommesse sugli eSport. I libri sportivi americani regolamentati come William Hill e MGM sono stati in gran parte esclusi dagli eSport.

Con gli sport in pausa a causa del coronavirus, gli organismi di regolamentazione hanno iniziato ad approvare le competizioni di eSport per le scommesse. All’inizio di questo mese, sia ESL One Rio che ESL One: Road to Rio sono stati approvati dal Nevada Gaming Control Board per le scommesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *