Nerd Street stringe una nuova partnership con Comcast Business

Nerd Street Gamers, con sede a Filadelfia, ha stretto una partnership con Comcast Business, una consociata del conglomerato americano di telecomunicazioni Comcast.

L’accordo vedrà Comcast Business fornire alle strutture Localhost dei giocatori di Nerd Street Internet ad alte prestazioni.

Nerd Street Gamers ha avviato piani per espandere la propria offerta in tutto il Nord America, in cui sta cercando di aprire oltre 100 strutture Localhost entro i prossimi cinque anni. Da quando ha spostato le sue operazioni online a causa dell’attuale situazione globale, si dice che la società abbia sperimentato un forte aumento degli impegni sui social media, ospitando alcuni dei suoi più grandi tornei fino ad oggi in un ambiente online.

Jody Hagemann, Senior Director of Product Management di Comcast Business, ha commentato la partnership in un comunicato: “Mentre le aziende radicate nell’intrattenimento online riempiono il vuoto lasciato dagli eventi sportivi e di gioco cancellati, la popolarità di eSports sta crescendo e alcuni campionati e giochi sono pronti per il successo sia durante che dopo la revoca dei mandati di domicilio. Distribuendo ora la rete ad alta larghezza di banda di Comcast e le soluzioni SD-WAN, NSG è ben posizionata per superare la concorrenza e diventare leader nel futuro degli eSport “.

Nel giugno 2018, Comcast Spectacor – la casa madre dei Philadelphia Flyers della NHL e della Philadelphia Fusion della Overwatch League, ha investito in Nerd Street Gamers. In seguito ha contribuito alla serie A. della società con sede a Filadelfia

Rob Johnson, Chief Operating Officer di Nerd Street Gamers, ha aggiunto: “Quando stai costruendo una piattaforma di eSports nella scala che prevediamo, non è sufficiente una rete superveloce e altamente affidabile. Comcast Business ci dà accesso a una connettività affidabile anche durante le competizioni più intense. Siamo in grado di creare un ambiente competitivo che metta tutti i giocatori sullo stesso piano “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *